Skip to content

MALIK OBAMA – FRATELLO DI BARACK OBAMA , LEGATO AI FRATELLI MUSULMANI IN EGITTO

22/08/2013

MALIK OBAMA - FRATELLO DI BARACK OBAMA , LEGATO AI FRATELLI MUSULMANI IN EGITTO

NEW YORK – Il fratellastro di Obama che vive in Kenia è legato ai Fratelli Musulmani in Egitto. Lo ha affermato il vice presidente della Corte Costituzionale Suprema d’Egitto, al-Tehani Gebali, in un discorso alla televisione egiziana, tradotto dal ricercatore Walid Shoebat.

Gebali ha detto di voler “informare il popolo americano che il fratello del loro presidente Obama è uno degli responsabili che si occupa dei grandi investimenti dei Fratelli Musulmani. ”

“Faremo eseguire la legge, e gli americani non ci fermeranno”, ha detto. ”Abbiamo bisogno di aprire i file e iniziare le sessioni.

“L’amministrazione Obama non può fermarci, sanno che hanno sostenuto il terrorismo”, ha continuato. ”Faremo aprire i file in modo per mostrare come hanno collaborato con [i terroristi]. E ‘per questo motivo che l’amministrazione americana ci combatte. ”

Gebali ha spiegato che la notizia è importante per gli americani che sono preoccupati per le azioni del loro presidente, definendolo “un regalo per il popolo americano”, il che implica che ci siano più rivelazioni a venire.

Shoebat, che ha tradotto il discorso di Gebali, aveva già segnalato in maggio che Malik Obama è il segretario esecutivo della Organizzazione Da’wa islamica, o IDO, un gruppo creato dal governo del Sudan, che è considerato dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti uno stato terrorista.

Nel 2010, Malik Obama ha partecipato ad una conferenza della IDO nella capitale sudanese, Khartoum. Uno degli obiettivi della IDO è quello di diffondere l’Islam wahabita in tutto il continente africano.

Il Presidente sudanese Omar Al-Bashir ha supervisionato la conferenza. Bashir è ricercato dalla Corte penale internazionale per sette capi d’accusa relativi a crimini contro l’umanità.

Shoebat ha affermato di avere prove che Malik Obama “collabora con i terroristi, che lavora in uno Stato terrorista come un funzionario di un’organizzazione creata dai terroristi.”

Obama, ritratto di famiglia in Kenya. Abongo “Roy” Malik Obama sta a sinistra subito dopo Barack Obama Jr. ‘s

GLI STRANI AFFARI ‘ESENTASSE’ DI MALIK IN AMERICA

WND ha riferito a maggio che i fondi raccolti negli Stati Uniti da una fondazione gestita da Malik Obama sono stati dirottati per supportare le sue tante mogli in Kenya, come denunciato da un esperto di estremismo islamico.

Lois Lerner, il direttore della divisione di esenzione fiscale IRS attualmente sotto inchiesta del Congresso, ha firmato la lettera di approvazione dello status di esenzione fiscale per la Barack H. Obama Foundation, guidata appunto da Malik Obama.

Lerner, attualmente in congedo esecutivo pagato dalla IRS, si è avvalso del quinto emendamento piuttosto che rispondere a domande sui criteri inadeguati utilizzati dal suo dipartimento IRS nel ritardare o comunque negare l’esenzione fiscale per le fondazioni di gruppi legati ai tea party e altri gruppi di “patrioti”.

Shoebat ha dettagliato le sue accuse in un rapporto investigativo di 22 pagine dal titolo “Nuovo Scandalo IRS: l’estremismo islamico e schiavi del sesso: rapporto rivela il fratello e altri famigliari di Obama guida una Charities of Deceit”, pubblicato sul suo sito web

Dopo un esame approfondito degli elementi di prova disponibili, Shoebat ha spiegato a WND le sue accuse contro la famiglia Obama:

Quando Malik Obama e Sarah Obama hanno raccolto denaro negli Stati Uniti come capi di fondazioni che affermano di essere enti di beneficenza, non solo, l’Internal Revenue Service – fisco Usa – ha illegalmente concesso loro lo status esentasse, ma queste fondazioni hanno sostenuto – in varia misura – operazioni illegali che acquisiscono i finanziamenti per guadagno personale, sesso a pagamento, poligamia e la promozione del wahhabismo, l’Islam praticato da Al-Qaeda.

Negli ultimi due anni, da molto prima che gli attuali scandali IRS divenissero pubblici, WND ha riferito irregolarità in 3 organizzazioni IRS-approvate gestite negli Stati Uniti dal fratellastro di Obama, e da altri parenti in Kenya.

WND ha riportato nel settembre 2011 che la ‘Barack H. Obama Foundation apparentemente ha ricevuto l’approvazione IRS un mese dopo la domanda presentata nel maggio 2011.

Nel mese di ottobre 2012, WND ha riportato che una fondazione indipendente, la Mama Sarah Obama Foundation, creata per conto della nonna di Obama in Kenya, ha trasferito i fondi, il 90 per cento dei quali vengono da persone fisiche e giuridiche negli Stati Uniti, a studenti kenioti di tre delle madrasse wahabite più radicali in Arabia Saudita.

Nella foto, Malik Obama, testimone alle nozze di Barack H. Obama, 3 ottobre 1992.

fratello obama

Annunci

From → Uncategorized

2 commenti
  1. DIMMI LA VERITA' permalink

    Terroristi, terroristi, terroristi…. si 13.000.000 di persone???! che hanno votato pro Morsi e hanno subito un colpo di stato militare con 5.000 morti, 20.000 feriti (d’arma da fuoco colpiti nelle parti vitali), 45.000 “sequestrati” nelle prigioni, ecc ecc, senza aver causato la men che minima violenza! (salvo gli scarsi montaggi video e gente assoldata..; anche perché se non ci sarebbero stati molti morti tra i colpisti…non vi sembra??) manifestando il loro diritto di libertà (dopo aversi visto sfumare 6 voti! tra presidenziali, costituzione e parlamento) !!
    Veramente siete convinti di volete far passare un cammello in una cruna di un ago.. ?
    Diciamo che passi pure in questa vita, ma il Giorno del Giudizio? davanti a DIO? il conto sarà molto caro..
    Qui ora la questione non è la scelta religiosa o politica delle persone giusta o sbagliata che possa essere, ma il buon senso e i diritti umani!!

  2. magda permalink

    Ma cosa stai dicendo? prova ad informarti meglio, andando oltre quello che ti fanno vedere al tg italiano e quello che scrivono persone che definire giornalisti è un affronto. Il 30 giugno hanno manifestato in 30 milioni di egiziani contro Morsi, tanta di quella gente lo aveva anche votato, ma rimanendo delusa dai suoi comportamenti ha manifestato contro. Quest’uomo stava rovinando un paese bellissimo e limitando tante di quelle libertà. Per favore leggiti questo articolo:
    http://rivoluzionando.wordpress.com/2013/07/26/collage-per-chi-non-ce-dentro/

    spiega molto meglio di come farei io come sono andate davvero le cose, anche i nazzisti e i tedeschi in Italia non furono cacciati se non con la forza e ovviamente ci furono vittime tra la popolazione, non è forse la stessa cosa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: