Skip to content

Berlusconi. Quagliariello (Pdl): “Intervenire o il sistema democratico implode”

10/03/2013

“Ciò che sta accadendo in Italia rievoca molto da vicino il furore giacobino che segnò la rivoluzione francese”. Lo dichiara Gaetano Quagliariello, vicecapogruppo vicario del PdL al Senato. “Al punto in cui siamo” prosegue “sarebbe addirittura confortante poter pensare che contro Silvio Berlusconi sia in atto un grande complotto organizzato: individuata la centrale, fino all’ultimo momento un complotto può sempre essere smascherato e sventato”.

“Purtroppo, invece, ciò che si è scatenato è il furore ideologico di tanti singoli magistrati “rivoluzionari” la cui azione converge contro uno stesso simbolo da abbattere. Ognuno di loro si sente investito di una impropria “missione”, spacciata come difesa di una presunta uguaglianza di fronte alla legge. Tutti insieme producono l’effetto di incredibili disuguaglianze che possono essere documentate e che puntualmente documenteremo, e che hanno reso Berlusconi oggetto di una persecuzione giudiziaria senza precedenti”.

“Essendo Berlusconi il leader di uno dei principali schieramenti politici italiani, tutto ciò determina anche uno squilibrio assoluto nei rapporti tra potere giudiziario e potere politico, al punto tale che le dinamiche della vita democratica ne risultano completamente stravolte. Tutto ciò” conclude Quagliariello “mette la politica nella condizione di non potersi chiamare fuori, e non può dunque non divenire oggetto di attenzione e di iniziativa da parte degli stessi vertici dello Stato, se si vuole evitare che il sistema imploda”.

silvio qua

Fonte: l’Occidentale

Annunci

From → POLITICA

2 commenti
  1. Molti magistrati farebbero meglio il loro dovere di cittadini qualificati alla giustizia a perseguire i veri delinquenti, gli stupratori, gli assassini (quelli che uccidono persone inermi sulla strada), i veri ladri di patrimoni a scapito di risparmiatori (tipo banca MPS) … e di altri reati ben più gravi di quello che secondo loro avrebbe commesso Silvio Berlusconi. che per essere generoso e buono aiutando persone, a cui la fortuna non ha arriso, si ritrova ad essere imputato suo malgrado di cose che neppure gli sono passate per la mente. Fortunatamente non tutti i magistrati sono così politicizzati come quelli che si accaniscono contro di lui, e se è vero che c’è una giustizia, questa trionferà alla grande!

  2. Si il modo di intervenire sarebbe quello di intervenire politicamente….ciò potrebbe accadere se la politica tutta fosse praticata democraticamente….ma non si può certo affermare: visto chè la sn. ha fatto di tutto x praticare la denigrazione dell’avversario attaccandolo con ogni mezzo.portando dentro allo stesso partito forze che potessero rafforzare tutto cio vedi (magistrati che da accusatori, diventati eletti nello stesso partito…altri che hanno sempre praticato una giustizia rivolta in una sola direzione dove si poteva collocare il “colpevole “lasciando la magistratura x entrare nel partito)…ora pare che questo partito voglia con uno stile che gli è consueto praticare una specie di mercato nascosto x trovare un accordo con 5Sle e così mettere fine al sogno berlusconiano da loro tanto odiato e questo magari in cambio di incarico istituzionale….VIVA la DEMOCRAZIA!…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: