Skip to content

L’EUROPA CENTRALE PER IL REATO DI APOLOGIA DEL COMUNISMO.

02/10/2012

Posted in Editoriale, Unione Europea by matteocazzulani on dicembre 19, 2010
La proposta del Ministro degli Esteri ceco è supportata da Ungheria, Romania, Bulgaria, Lituania, e Lettonia. Allla Commissione Europea la decisione

Il ministro degli esteri ceco, Karel Schwarzenberg
Il cuore dell’Europa per l’onestà storica. Nella giornata di giovedì, 14 dicembre, sei Paesi dell’Europa Centrale hanno invitato Bruxelles ad introdurre il reato di apologia del comunismo. Primo firmatario della richiesta, il Ministro egli Esteri ceco, Karel Schwarzenberg. Ad esso, si sono aggiunti i colleghi di Ungheria, Lettonia, Romania, Lituania, e Bulgaria.

“Hitler e Stalin — ha spiegato il Capo della diplomazia di Praga — sono stati entrambi dittatori sanguinari. Ad essere sinceri, il sovietico ha causato più morti del tedesco. Ma non è questo il punto. Dinnanzi ai totalitarismi — ha continuato, dalle colonne del Lidove Noviny — occorre mantenere il medesimo atteggiamento. Assoluta condanna. Se, come giusto, si vietano simbologie del Terzo Reich — ha concluso — medesima misura va presa per quelle staliniane”.

La proposta è stata inviata alla Commissaria per la Giustizia ed i Diritti Umani, Vivianne Reding. Ora, la lussemburghese, celebre bacchettatrice del Capo di Stato francese, Nicolas Sarkozy, sul caso rom, ha qualche giorno per decidere se accettare, o meno, la proposta. E presentarla in Commissione, per l’avvio dell’iter parlamentare.

Certo del sucesso dell’iniziativa, il senatore ceco, Jaromir Setina, secondo cui l’Europa non può tollerare chi difende un regime che, stando al Libro Nero del Comunismo, e ad altre, documentate, fonti, ha provocato nel Mondo non meno di 94 milioni di vittime.

Di  Matteo Cazzulani

Advertisements

From → POLITICA

One Comment
  1. Solo chi ha sofferto sotto il giogo dell’Unione Sovietica può essere credibile per questa sacrosanta richiesta (nell’elenco manca la Polonia ed altri Paesi), che peraltro ha riguardato un regime sanguinario che ha provocato un’infinità di vittime anche dopo il conflitto mondiale, come peraltro i partigiani rossi in Italia .Credo che proprio la ns. nazione sia l’unica che ancora, non solo non vuole uniformarsi, ma riconosce il reato solo di apologia del Fascismo anche per un innocuo saluto romano, mentre No Global, Anarchici , No Tav etc solo liberi di sventolare bandiere rosse, e di restare impuniti per manifestazioni violente fino al lancio di ordigni ,grazie alla vera complicità di frange della magistratura..
    Leonida.Laconico@Inbox.Com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: