Skip to content

GRILLO CI SPIEGA ESATTAMENTE COME RISOLVERA’ I PROBLEMI DEGLI ITALIANI E DELL’ITALIA.

30/08/2012

Il grande successo del Blog di Beppe Grillo è dovuto proprio alla negazione di questa Libertà. Beppe Grillo dice alla gente quello che la gente vuole sentirsi dire. Il suo populismo supera ogni limite.
Il massimo che Beppe Grillo propone sono i V days.
Come risponde Beppe Grillo ad un giovane padre precario, che deve crescere tre figli piccoli con l’aiuto di una moglie precaria?

Beppe: “Vai in piazza, manda tutti a quel paese, ferma la Tav, vai in bicicletta, anzi usa la bicicletta per portare tre bambini all’asilo, che poi nemmeno c’è per i tuoi bambini! Vieni con noi a bloccare i termovalorizzatori e disinteressati dei problemi!”
Giovane Padre: “Ma la spazzatura per strada è pericolosissima per i mie bambini”

Beppe: “Fai la raccolta differenziata e se i cassonetti sono pieni butta tutto in strada e vieni con coi a bloccare il traffico in bicicletta che poi andiamo a bloccare la TAV ed i Termovalorizzatori… E pi mandiamo tutti a quel paese!”
E a questo padre, cui governo e sindacati stanno scippando il futuro per consentire a persone che i loro figli li hanno già cresciuti di smettere di lavorare a 57 anni, Grillo cosa dice?
“Mandiamo a quel paese tutti i Politici che sono ladri ed hanno troppe auto blu!”
Mischiare la verità con la mistificazione confonde, disorienta e fa passare qualsiasi tipo di messaggio. I lettori di Beppe Grillo sanno che i politici sono ormai una casta parassita. Leggendo questa verità sul Blog di Beppe… Finiscono pure col credere che sia meglio tornare al Medioevo. Finiscono col credere che il principale problema di questo paese siano le pensioni di un migliaio di parlamentari, quando in realtà il guaio vero sono i governi che da almeno vent’anni sono costretti dai veti incrociati alla normale amministrazione o alla reazione alle emergenze.
Grillo dice alla gente quello che alla gente piace sentire, cioè che la colpa del declino del nostro paese sono mille deputati arraffoni. Purtroppo invece le colpe sono di quasi tutti noi. Le colpe sono di decine di milioni di statali che lavorano pochissimo e che spesso hanno secondi lavori in nero. Le colpe sono di chi pretende il posto fisso, senza però essere disposto al minimo sacrificio per mantenere in vita l’azienda che quel posto assicura. Le colpe sono di chi evade il fisco. Le colpe sono di chi costruisce abusivamente. Le colpe sono della generazione del signor Grillo che ha creato un debito mostruoso vivendo al disopra dei propri mezzi e che ora, avendo in mano i sindacati e la politica pretende di andare in pensione prima di chiunque altro in Europa, disinteressandosi dei giovani che oltre al debito devono pagare pagare pure venti anni di pensione a chi il debito lo ha creato.
Grillo ci assolve dalle nostre responsabilità, rendendoci irresponsabili. Come dice Bulgakov nel “Maestro e Margherita”, le menzogne più pericolose sono quelle mescolate alle verità. Sono quelle di Grillo, purtroppo.

Di Marinella Tomasi

Annunci

From → POLITICA

One Comment
  1. gerardo permalink

    se l’alternativa a certo populismo è poi quella di additare come responsabile una intera categoria di lavoratori (gli statali) non vedo francamente la differenza fra voi e beppe grillo. io lavoro da quaranta anni, svolgo un lavoro con orari pesanti e disagevoli, ho ancora davanti a me quattro anni di lavoro grazie alla riforma Fornero, e devo anche vedermi qui additato al pubblico ludibrio solo perchè svolgo una certa mansione? voi non siete differenti da chi criticate: siete uguali. ah, dimenticavo! io non ho nessun secondo lavoro. ma fatemi il piacere….. certo è comodo additare alla furia popolare una categoria che fra l’altro ha i contratti bloccati per tre anni. ma tanto è inutile parlare con voi. quello che avete scritto vi qualifica e dice chiaramente che è molto piu’ comodo fare processi mediatici. DECINE DI MILIONI DI STATALI? ma dove lo avete visto sto film?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: