Skip to content

ENNESIMO AFRICANO STUPRA SIGNORA ROMANA. MINISTRO RICCARDI ORA È CONTENTO?

24/08/2012

Un immigrato nord africano a Roma ne ha combinata una grossa: ha violentato una signora sposata con tre figli, e non pago del gesto atroce, la ha pure rapinata della borsa. Il gesto, criminale, si commenta da solo. Il Sindaco di Roma parla di città in preda a rigurgiti di violenza. Vero. Ma questa violenza è aumentata, non solo a Roma, da quando nelle nostre città circolano questi signori immigrati di colore e africani, abbandonati a sé stessi, ma comunque gente senza arte o parte che al più presto deve andare via, altro che sanatorie. Basta avere amici all’estero, specialmente in certi paesi, per sapere che i governi stranieri aprono le carceri e ci mandano i delinquenti in Italia: è un fatto oltre che noto, anche ben documentato dalla stampa underground e non solo. Non è razzismo: ma presa d’atto della realtà. Ben vengano e siano trattati con ogni giustizia gli immigrati in regola, coloro con vera voglia di lavorare e con la  disponibilità ad integrarsi.

In sostanza: possiamo accogliere degnamente solo quelli che una possibilità di lavoro la hanno. Ma gli altri no. Di che cosa campano? Di nulla e dunque spesso, anche per forza di cose, sono istigati al crimine.

Provi un italiano a recarsi in USA, Australia od in altri paesi stranieri senza prima avere un contratto di lavoro ed un’alloggio garantito da carta scritta .. provi!

In quanto ai delitti di violenza sessuale, costoro denotano la concezione violenta e sopraffattoria, incivile e barbara che connota alcuni costumi nella loro terra e questo ne dimostra la assoluta incompatibilità con la nostra. Anche da noi, (gli italiani non sono santi) si commettono delitti a sfondo sessuale, ma con meno intensità, barbarie e cattiveria.

Negli ultimi anni, invece, stando alle cronache risulta che la maggioranza incontrastata dei violentatori e dei molestatori è di origine africana o romena, come ha anche dimostrato un video scandalo realizzato in segreto da un studentessa dei Nord Europa: lo stesso problema! Il dilemma di fondo, resta l’alta insicurezza di alcune città e di certi rioni.

Non si comprende, come mai, la zona attorno alla stazione centrale di Napoli ormai sia terra di nessuno affidata completamente o quasi agli immigrati. Basterebbe una maggior vigilanza o qualche sonora mazziata da parte dei Carabinieri. Forse, prima di agire, aspettano il morto o certe situazioni di degrado fanno comodo a chi ci marcia: camorra. Il tutto con danno per la città (immagine orribile per coloro che vi arrivano in treno), commercianti onesti e albergatori. Ovviamente, non è solo Napoli e il discorso si potrebbe allargare.

Sino a quando nel nome di un falso buonismo e di una idea sbagliata della solidarietà dovremo sopportare?

Ministro Riccardi, a Napoli di sera, vicino la stazione dei treni, ha mai circolato? Ci provi, magari con la gentile consorte e senza scorta.

Di Marinella Tomasi

Fonte: http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/12537#.UDcwdyHwpzY.facebook

Annunci

From → ATTUALITA'

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: