Skip to content

IL CRISTIANESIMO E’ UNA RELIGIONE, NON UNA MODA FAI DA TE.

13/08/2012

imagesIl Cristianesimo è una religione e non una moda o una religione fai da te:
La spiritualità fai da te solitamente viene intesa come new-age, paganesimo e diverse religioni o filosofie orientali.Chi sceglie una fede “fai da te” lo fa perché da un lato non nega l’esistenza di Dio come essere superiore, e dall’altro non accetta la responsabilità di tale scelta e quindi non vuole avere doveri rispetto a lui e per comodo sceglie di non dare la Sua Volontà, che consiste in una vita di conversione e di umiltà e di rispetto delle sue regole di vita descritte dai suoi insegnamenti.

Le religioni fai da te secondo il mio punto di vista sono una deresponsabilizzazione dei doveri di un credo, infatti chi ne fà parte sceglie quello che gli è più comodo anche se sbagliato pittosto di seguire i veri insegnamenti di Dio, senza doveri ma solo piaceri (illusori tra l’altro) è evidente che una vita senza doveri non porta a nulla ed è autodistruttiva per se stessi e per il prossimo perchè pone se stesso prima di ciò che è giusto fare.Questo supermarket delle religioni (new-age, paganesimo e diverse religioni o filosofie orientali) sono la rovina del significato delle religioni e dei sui valori oggi il singolo più che seguire delle regole di vita acquista scelgie il prodotto per lui più congeniale. Un pò di Zen qualche meditazione qui e la, un rito new age in mezzo ad un bosco tutto ciò che fà moda e che a poco interessa se è realmente utile per il prossimo e se stesso la cosa è importate è che non ci siano responsabilità, insomma il massimo della tristezza dell’uomo moderno. Molto spesso ci si crea una religione fai da te,basandosi sul fatto che tanto Dio è Amore, quindi se è tutto amore tutto perdona , perciò molto spesso si sente dire : «Sono cattolico, ma dico sì ai Pacs»
Gli italiani credenti favorevoli al divorzio, favorevoli sull’aborto , sono quelli del «credo, ma in un Dio tutto mio». Oppure: «Credo in Dio non nei preti». E via dicendo in una sorta di religione fai-da-te . Dio è amore , non solo perchè ce lo insegnano al catechismo, ma perchè facciamo esperienza diretta del suo amore, per questo non dobbiamo tenere questo tesoro per noi, ma annunciare Gesù a tutti! Detto questo, credo che la causa di questa spiritualità fai da te risieda piuttosto nella disinformazione mostruosa che c’è riguardo la chiesa e la religione… cioè, pochissimi conoscono le motivazioni profonde che spingono la chiesa a prendere certe posizioni (tipo aborto, matrimonio, contraccezione, castità, etc) e ancora molti invece concepiscono la fede come qualcosa di “scollato” dalla propria vita, le proprie scelte, se sono credente in teoria dovrei esserlo in toto, cercando di capire il perchè di certe posizioni della chiesa e dopo averne preso coscienza farle proprie per coerenza Cristiana… le “regole” della chiesa/religione a volte sono scomode, ma allora siamo cristiani solo quando lo vogliamo? Con questo non giudico ” ma non approvo nemmeno ” chi seppur credente fa scelte diverse da quelle della chiesa, ma credo che l’importante sia informarsi, sforzarsi di capire, perchè la fede non dev’essere sola religiosità, ma deve permeare ogni ambito della nostra vita . Ritengo che essere cattolici può essere paragonato al mangiare una una torta , non si può scegliere di mangiare solo le ciliegine ed il pan di spagna, perchè la farcitura non ci piace, la torta si deve mangiare tutta così com’è, o tutta o niente .

Credo che questo sia dovuto anche dalla stupida presunzione dell’uomo, che crede di poter giudicare (la chiesa, i preti e l’operato di Dio), “pensando” di potersi creare la religione a suo comodo, proprio per un peccato di presunzione (mettere Dio al servizio dell’uomo, e non il contrario) a volte mi sembra che la gente pensi che Dio si deve piegare al loro volere e non il contrario, addirittura giudicando il Suo operato (perchè Dio mi hai fatto questo o perchè Dio ha voluto questo ????) ed è tutta quì la piccolezza umana, non comprendere la Sua Grandezza e il Disegno Divino, quindi giudicarla e contestarla, ma come può un uomo, Suo figlio, da Lui messo al mondo, quindi “privilegiato” dall’ aver vissuto la vita, pensare che i mali dipendano da lui, “dimenticando” il libero arbitrio, così che NOI potremmo essere giudicati per il nostro operato, che deve seguire il Suo pensiero non il contrario, ma questo è un cammino difficile e faticoso, che l’uomo non vuole seguire perchè non è in grado di seguirlo (quando non vuole), per questo si sente (stupidamente) in grado di giudicare e modificare (la Sua parola) a suo comodo poveri loro, perchè, per quanto generoso e misericordioso, quando giudicherà sarà severo e intransigente come lo fù Gesù quando si recò al tempio e vedendolo trasformato in un bazar, scatenò tutta la Sua ira…..ma Lui è Grande, e ci darà, ancora una volta, un’ultima possibilità di redimerci e salvarci.

Di Marinella Tomasi

Annunci

From → RELIGIONE

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: