Skip to content

I POSTI NEL REGNO DI DIO ? GIA’ ASSEGNATI…

12/08/2012

Lo hanno stabilito alcuni ”profeti” quando verrà Cristo Gesu’, gli saranno consegnati le liste degli ”assegnatari” cosi è ”scritto’. Ma non nelle Sacre Scritture. Dove ci sono i ”doni”, non c’è ”confronto”. I ”doni ma di chi?. Padre Pio, i Miracolati di Lourdes, tutto un ”inganno”. La Chiesa Cattolica, prima di proclamare un Santo o stabilire che un miracolo sia ”tale”, impiega anni, perdite di tempo basta chiedere a chi ha i ”doni”.


“È lui che ha stabilito alcuni come apostoli, altri come profeti, altri come evangelisti, altri come pastori e maestri, per rendere idonei i fratelli a compiere il ministero, al fine di edificare il corpo di Cristo” Ef 4,11

In questo contesto si inserisce il ―dono delle lingue‖ tanto ostentato e altrettanto banalizzato nella funzione e nella finalità, invece di apprezzare i doni più grandi, come quello dell‘insegnamento dei maestri biblici, apprezzano l‘ultimo dei doni, quello delle lingue, che per come usato dagli
Evangelisti Pentecostali, lo non serve a nulla, se non a inorgoglire chi dice di averlo.

Non serve a nulla per il semplice motivo che non viene usato per evangelizzare in altre lingue, ma solo per pregare (creando confusione) ed edificare se stessi.

I doni di Dio non servono per edificare se stessi, ma per dare un beneficio alla comunità del fratelli.

Se la Bibbia messa in mano a falsi dottori, viene interpretata in modi assai differenti, è ovvio che bisognerebbe cercare le prove, i riscontri alla propria interpretazione, e questi riscontri si trovano negli scritti dei padri della Chiesa, che vissero in epoche assai vicine a quella degli apostoli, e qualcuno di essi fu diretto discepolo di qualche apostolo, come Policarpo, che fu discepolo dell‘apostolo Giovanni.

La primaria colpa di tutto il protestantesimo è quella di aver separato le opere dalla fede, insegnando la salvezza per sola fede, in questo modo poco importa se chi dice di aver fede poi celebra i matrimoni omosessuali, come fanno i valdesi, o approva l‘eutanasia, o ancora gli esperimenti sugli embrioni umani, oppure non crede alla SS. Trinità, come fanno i pentecostali antitrinitari, l‘importante è aver fede.

Non capisco in che cosa hanno fede, visto che se capirebbero il senso profondo della fede cristiana certe cose non le dovrebbero proprio fare o insegnare, dicono di aver fede in Cristo Gesù, ma se ne sono costruito uno (o tanti) personalizzato.

Si definiscono salvati, a prescindere dalle loro opere, dimenticando molti passi della Bibbia che dicono come saranno proprio le opere il metro di giudizio:

Ap 20,12 “I morti vennero giudicati in base a ciò che era scritto in quei libri, ciascuno secondo le sue opere.”

Non dimentichiamo che la fede si può pure perdere, non ci rimane incollata addosso a prescindere dal nostro comportamento.

La fede ci viene da Dio, ed è con l‘aiuto di Dio che riusciremo ad andare avanti fino alla fine, per questo dobbiamo chiedere il suo aiuto ogni giorno, senza dar nulla per scontato e certo.

Purtroppo per i protestanti in molti passi della Bibbia non troviamo affatto scritto che verremo giudicati per la nostra fede, bensì per le nostre opere, non possiamo scindere quindi fede e opere come fanno loro.

Le buone opere cristiane vengono dalla nostra fede in Cristo Gesù, ma bisogna andarci cauti ad usare frasi spavalde tipo: Io sono già salvato, siete voi cattolici a non esserlo, perché anche s. Paolo dovette combattere la buona battaglia per tutta la sua vita, e quando era al termine della vita terrena scrisse:

2 Tm 4,6
“Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la mia corsa, ho conservato la fede”

Una delle cose che più mi colpisce dei pentecostali è la loro mancanza di razionalità mista ad arroganza, che li porta a bollare come ―satanici tutti i miracoli di provenienza mariana come ad esempio quelli di Lourdes.

E‘ stupefacente la loro sicurezza nel definire ―di provenienza satanica‖ miracoli che vengono rigidamente studiati e provati, analizzati con i più moderni metodi scientifici, che si arrendono di fronte alle inspiegabili guarigioni di Lourdes;

―Vi è chi crede ai miracoli perché ha delle prove a loro favore. E chi li nega perché ha una teoria contraria ad essi‖. (Chesterton)

In pratica come secondo mestiere i pentecostali fanno tutti i giudici, e applicano le loro condanne su noi cattolici, il primo condannato ovviamente è il Papa.

Gli consiglio semplicemente di stare molto attenti e di riflettere di più prima di aprir bocca sui cattolici e anche sui miracoli mariani.

Io non ho la patente di cattolico, faccio riferimento alla Bibbia, e alla dottrina cattolica, che ne esplicita i contenuti, a dire il vero non esistono patenti cattoliche, un vero cattolico deve essere fedele alla Bibbia e alla Chiesa, cioè a Gesù Cristo, le personalizzazioni non vanno bene in questo campo, non dimentico però che oltre ad essere un vero cristiano cattolico, sono anche un miserabile peccatore.

Non per questo mi sento succube della Chiesa di Roma, nessuno mi ha mai obbligato a scrivere o dire qualcosa a favore della Chiesa cattolica, lo faccio di mio, mi viene naturale farlo, perché logica vuole che sia così, altrimenti non sarei cattolico.

Molti colti della domenica, scrittori, storici, e cultori di se stessi, magari saranno colti in molte materie, ma sulla Bibbia mostrano troppa ignoranza, molti cosiddetti cattolici, nelle interviste o nei talk show, dicono blasfemie e non vengono contraddetti né dal conduttore, pure lui ―cattolico‖ né dagli altri ospiti, tra i quali scrittori e uomini di cultura.

Molti, troppi cattolici oggigiorno non sanno cosa rispondere alle invettive protestanti, i fratelli separati garbatamente miscelano errori umani, come crociate, inquisizioni, pedofilia clericale, ecc., con spiegazioni bibliche, nel tentativo, spesso fruttuoso, per loro, di dimostrare l‘ereticità della Chiesa cattolica romana.

Bisogna guardare a Gesù per trovare la Via della salvezza,

“In quel medesimo giorno, verso sera, disse loro: «Passiamo all‟altra riva». E lasciata la folla, lo presero con sé, così com‟era, nella barca. C‟erano anche altre barche con lui.” (Mc 4,35-36)

La barca è il simbolo della vita. C’è Gesù nella tua barca?

Se c’è è Lui il capitano e il timoniere, possiamo arrivare all’altra riva.

Molti cattolici che diventano protestanti, approdando in una delle tante denominazioni in quale riva approdano?

A volte mi chiedo perché i protestanti diventino tali.

Si nasce protestanti o lo si diventa? Mi riferisco alla loro mentalità.

Come mai dicono di capir da soli la Bibbia, ma stranamente la capiscono ognuno a modo proprio?

E, guarda caso un buon protestante deve scagliarsi contro la dottrina cattolica, sorvolando sulle diversità dottrinali dei vari gruppi protestanti.

Molti pastori pentecostali leggono il libro ―Le dottrine della Bibbia di Myer Pearlman, praticamente il catechismo dei pentecostali, eppure non lo menzionano ai fedeli, convincendoli che la Bibbia è semplice da capire, per chiunque invoca lo Spirito Santo.

Sembrerebbe che il protestante medio suicidi la propria intelligenza per far posto all‘ideologia anticattolica, non accorgendosi che in effetti seguendo i corsi biblici fatti dal pastore, o leggendo i commentari biblici protestanti, viene influenzato da una linea interpretativa prestabilita, quindi non sta conoscendo la verità per mezzo dello Spirito Santo, ma per mezzo dei suggerimenti del pastore o del commentario biblico.

Sono talmente pieni di rancore verso la Chiesa cattolica, che ogni cosa passa in secondo piano, prima fra tutte la loro mancanza di razionalità.

E‘ razionale non riflettere sul fatto che si viene indottrinati tramite i corsi biblici?

E‘ razionale non accorgersi, nemmeno sotto suggerimento, che nel mondo protestante e pentecostale nonostante molti parlino in lingue, professino dottrine diverse, e c‘è chi non crede nemmeno nella SS. Trinità?

Eppure chiamano fratello chi non crede nella SS. Trinità e mai un cattolico che in questo dogma fondamentale vi crede.

Dicono di chiamare fratello chiunque crede nella dottrina della salvezza, così come insegnata dal protestantesimo tutto, il precursore ovviamente fu Lutero che scrisse “Pecca fortemente e credi ancor più fortemente”, in pratica per i protestanti non ha importanza il peccato, basta la fede in Gesù Cristo.

Vorrei vedere un s.Francesco d‘Assisi peccare fortemente e credere più fortemente; io credo che qualche peccato s.Francesco l‘avrà fatto, ma la sua vita sicuramente non fu all‘insegna del ―Pecca fortemente….‖ questo motto protestante è di pura convenienza, e sottovaluta il peso del peccato, la fede copre tutto, però ognuno crede a modo proprio, e non ha importanza se ci sono i pentecostali anti-trinitari, sono lo stesso fratelli, perché credono nella dottrina della salvezza protestante, se questa è razionalità, io non so più ragionare.

Da gente così iper critica verso i miracoli di Lourdes o Fatima, mi sarei aspettato più prudenza nel proclamare con certezza assoluta le guarigioni miracoli che avvenivano tra i fratelli pentecostali.

Insomma due pesi e due misure, se guardano un miracolo in ambito cattolico, vogliono le prove scientifiche, e se le ottengono non ci credono lo stesso, bollando il miracolo come ―satanico,
per i “miracoli” che avvengono in ambito protestante non cercano nessuna prova scientifica.

La libera interpretazione biblica causa della miriade di dottrine cristiane o presunte tali, che scarturiscono dal ―libero esame‖ della Bibbia.

E‘ evidente che non è possibile che lo stesso Spirito suggerisca a ciascuno dottrine diverse. In questo modo si creano dei compartimenti stagni, ogni gruppo protestante crede di essere il solo nella verità, isolandosi dagli altri, e predicando un Vangelo personalizzato.

Ma siamo sicuri che le dottrine protestanti odierne siano frutto di ispirazione‖ o guida divina, se non piuttosto frutto dello spolveramento degli insegnamenti di antiche sette eretiche?

Dicono di capir da soli la Bibbia, e poi usano il catechismo protestante (soprattutto i pastori) scritto da Myer Pearlman Le dottrine della Bibbia.

Intere comunità che hanno solo il dono delle lingue a me risultano poco credibili; dicono che qualcuno di loro ha il dono dell‘interpretazione delle lingue, ma chi lo può provare?

In questo tipo di comunità si può dire di tutto e di più, senza che nessuno possa smentirli, pena l‘allontanamento dalla comunità.

Per come lo impostano loro il dono delle lingue lo si riceve per fede, e tutti gli altri lo devono credere per fede, nessun pentecostale di mia conoscenza ha mai provato questo dono, quando invece andrebbe verificato per vedere se viene veramente da Dio, se non viene dal demonio, o se, come sospetto, spesso è solo frutto di autosuggestione personale, scaturita da un clima di preghiera e di lode al Signore.

Insomma basterebbe leggere la storia delle eresie che hanno colpito il cristianesimo lungo i secoli, per rendersi conto che gli eretici basavano e basano sempre le loro tesi sulla Bibbia, spiegandola a modo loro, e per comune denominatore accusano la Chiesa cattolica di eresia.

Ogni eretico dimostrava o tentava di dimostrare una vita austera, esemplare, pura, che fungesse da esempio per i propri fedeli e per il popolo, garantiva di essere divinamente guidato, qualcuno di essi parlava in lingue, e in sintesi creava una nuova dottrina, in nome della libera interpretazione biblica.

Insomma la gente ama seguire più i santi a volte presunti tali, che i maestri, basta quindi un minimo di onestà, a volte solo apparente, per creare una nuova comunità protestante, difficilmente i fedeli andranno a spulciare intrecciate questioni dottrinali e teologiche, è più facile trovare qualche prete che abbia commesso qualche errore umano, e sceglierlo come bersaglio, al fine di avvalorare le tesi anticattoliche.

Hai visto cosa ha fatto quale prete….ecco questi sono i frutti della dottrina cattolica….

Questo tipo di esempi hanno riscosso e riscuotono sempre un gran successo tra la gente semplice.

Ho imparato che moltissimi protestanti non sanno nulla di storia del cristianesimo, gli hanno insegnato che ci sono state crociate, inquisizioni, papi indegni, ecc., e gli basta, non vanno a leggere un bel nulla di persona, per cui ignorano totalmente gli errori commessi dai loro padri fondatori, Lutero, Calvino Zwingli ecc.. per loro basta qualche film per credere e avvalorare ulteriormente le loro convinzioni, stranamente ci sono in giro troppi films che di storico hanno poco o nulla, primi fra tutti quelli che dipingono come vittime i feroci musulmani che tanto sangue hanno sparso in tutto il Medio Oriente (prima cristiano) a danno dei cristiani.

Il grande bagno di sangue per i cristiani ad esempio arriva con la rivoluzione francese.

Preti, suore e religiosi ammazzati in serie, i contadini vandeani schiacciati, cattedrali distrutte, chiese profanate e ridotte a stalle, opere d‘arte sacra devastate, molti benpensanti, storici, giornalisti, o registi, ai cristiani negano perfino lo statuto di vittime.

Moltissimi ignorano totalmente che proprio Calvino, che tanto aveva criticato l‘inquisizione cattolica, chiamando dioclezioni gli inquisitori cattolici, fece bruciare vivo Michele Serveto, divenendo di fatto un diocleziano anche lui, con che con la sua inquisizione fece più vittime dei cattolici.

Questi ed altri fatti simili moltissimi protestanti (anche cattolici) li sconoscono, sentendosi liberi da scheletri nell‘armadio, pronti ad additare solo quelli della Chiesa cattolica romana.

Basta ripetere ciò che quasi tutti ripetono, cioè che la Chiesa cattolica romana è eretica, la Bibbia è facile da capire, fare qualche esempio di prete corrotto o ladro, magari pedofilo, spesso viene menzionata qualche amante di questo o quell‘altro prete, crociate,inquisizioni, le ricchezze vaticane come ciliegina sulla torta e il gioco è fatto.(Perché,quelle in casa propria, di gran lunga superiori,a quelle dello Stao del Vaticano,non fanno “notizia”)

Si ricevono così facilmente, molto facilmente, enormi consensi popolari, e tra i fedeli neo protestanti, nessuno andrà a controllare né l‘ortodossia della dottrina, né la veridicità storica di alcuni fatti che vengono usati come propaganda anticattolica.

Pietro Valdo, Wicliffe, molto letterati, e altri prima e dopo di loro, vivevano da poveri, predicavano il loro vangelo, con parecchie alterazioni, ma ripeto, la gente da più credito agli stili di vita austera, piuttosto che a maestri pieni di difetti.

Errori o calunnie ripetute continuamente si sedimentano tra loro, attaccandosi sopra il calunniato, bollandolo per sempre. Il popolo se deve scegliere tra un predicatore elegantemente vestito, e uno con un semplice saio, indubbiamente sceglie il secondo, a prescindere da ciò che insegna.

Certamente serve un po‘ di intelligenza, non si può asserire che gli asini volino, solo per il fatto che si veste il saio, ma dosando abilmente verità ed eresie si ottiene un effetto valanga, cioè enormi consensi popolari.

2 Pt 2,1 “Ci sono stati anche falsi profeti tra il popolo, come pure ci saranno in mezzo a voi falsi maestri che introdurranno eresie perniciose, rinnegando il Signore che li ha riscattati e attirandosi una pronta rovina. Molti seguiranno le loro dissolutezze e per colpa loro la via della verità sarà coperta di impropèri. Nella loro cupidigia vi sfrutteranno con parole false; ma la loro condanna è già da tempo all‟opera e la loro rovina è in agguato.”

Annunci

From → RELIGIONE

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: