Skip to content

200.000 euro a serata , spunta una nuova casta ?

06/08/2012

Sono le «nuove rockstar», veri e propri divi che riempiono gli stadi, che mandano in visibilio le platee, che fanno ballare milioni di ragazzi e ragazze in tutto il mondo, senza suonare nemmeno uno strumento. Sono i deejay. Richiestissimi e pagatissimi. La rivista Forbes ha analizzato il fenomeno e stilato la classifica dei più pagati al mondo. In vetta – con 18 milioni di euro guadagnati in un anno – c’è Tiësto. Quanto prende a serata l’olandese? Oltre 200 mila euro.
MILIONARI – Salgono sul palco armati di campionatori, di mixer e di beatbox. E poi partono con una scarica di battiti digitali e velocissimi. I generi e sottogeneri sono molteplici. Tijs Verwest alias Dj Tiësto preferisce il suono ipnotico e propulsivo della trance. Nei 12 mesi passati (con oltre 150 date in giro per il mondo) ha incassato 22 milioni di dollari.
Un altro capace di far registrare il tutto esaurito è l’americano Skrillex, fenomeno dell’elettronica dubstep. Il ventiquattrenne ragazzo di Los Angeles, al secolo Sonny John Moore e vincitore di ben tre Grammy, ha incassato l’anno passato circa 15 milioni di dollari.
Un posto tra i nomi di punta dell’elettronica si è guadagnato anche il trio svedese degli Swedish House Mafia: Axwell, Steve Angello e Sebastian Ingrosso. Nonostante il collettivo abbia incamerato 14 milioni di dollari nei dodici mesi passati, a giugno hanno annunciato lo scioglimento.

MAI SUL PALCO SENZA… – Quarto posto, e 13,5 milioni di dollari, per il nome forse più commerciale nell’olimpo della house: l’onnipresente David Guetta, 44 anni. A seguire il 34enne deejay, produttore discografico e ristoratore di Miami Steve Aoki (12 milioni) e il canadese Joel Thomas Zimmerman, meglio noto come Deadmau5 (11,5 milioni).
A sorpresa nella classifica di Forbes entra anche Pauly D, il tamarro Paul DelVecchio del reality Jersey Shore (11 milioni di dollari). Ci sono poi Ryan Raddon alias Kaskade; Afrojack e infine Avicii.
Dj Tiësto è attualmente al terzo posto nella top 100 dei migliori dj al mondo secondo DJMag. Il cachet del 43enne per un liveset (di un paio d’ore) si aggira sui 250.000 dollari. Alla domanda, qual è secondo lui la miglior invenzione della vita – quella indispensabile per un dj – non ha dubbi nel rispondere: «il MacBook Pro».

Di Marinella Tomasi tramite il corriere delle sera

Annunci

From → ATTUALITA'

One Comment
  1. Che c’è di strano? E’ il mercato o, se preferisci, la legge dello spettacolo. Attirano tanta gente e quindi possono chiedere tanti soldi. Notizia interessante comunque, grazie per averla diffusa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: