Skip to content

Sanità in Puglia e Università nella provincia di Brindisi

04/08/2012

di  Romualdo Parisi

Cari amici per quanto riguarda la sanità pugliese il Governo guidato dal Presidente Vendola  sta portando sempre più in basso la nostra sanità. Il caro presidente Vendola ha vinto la campagna elettorale cavalcando l’onda della chiusura degli ospedali, attaccando Fitto che aveva chiuso vari ospedali pugliesi e promettendo ai suoi elettori che se avrebbe vinto le elezioni regionali avrebbe riaperto gli ospedali. Vi ricordo cari amici che il Ministro Fitto aveva chiuso gli ospedali applicando una legge nazionale e quindi non per volontà del suo governo regionale ma per rispettare una legge nazionale. Il presidente Vendola quindi con le sue grandi promesse che prevedevano l’abolizione del ticket e la riapertura degli ospedali vinse le elezioni regionali. Il popolino che lo ascoltava a bocca aperta lo applaudiva in campagna elettorale e il voto di tale popolino prevalse alle elezioni e Vendola divenne presidente della Regione Puglia. Ma subito dopo essere eletto invece di aprire gli ospedali chiusi dal Governo Fitto , il nostro caro presidente aumentò le tasse, reintrodusse i ticket sanitari(ticket anche su medicine indispensabili) e invece di aprire gli ospedali si adoperò a chiuderne altri. Oggi qualche Sindaco come quello di Ostuni proclama di dimettersi contro questi tagli della Giunta Regionale ,

ma diciamocela tutta sono solo, come diciamo noi a San Vito , “babbiate” e cioè atti per farsi belli davanti ai suoi cittadini , dimissioni che si sono state presentate dal Sindaco di Ostuni ma poi dimissioni ritirate subito dopo qualche ora. Non sono questi gli atti di protesta efficaci contro la Giunta Vendola, sarebbero ben altri i gesti dovuti . Ma Vendola oltre alla Sanità ha deluso e illuso anche i Giovani, promettendo più lavoro per tutti e invece con pochi spiccioli ha accontentato solo i suoi amici giovani di partito.Bisogna perciò far aprire gli occhi ai cittadini, fare campagne di volantinaggio e di informazione per informarli della mala gestione del nostro Presidente che ultimamente è sempre in giro per l’Italia e trascura tantissimo la nostra Regione. Un presidente responsabile invece starebbe più in Puglia e governerebbe bene la sua Regione, ma se proprio il nostro Vendola ha altre mire politiche si dimetta dalla carica da Presidente  e si vada subito alle elezioni , la Puglia regione conosciuta in tutta Italia per la sua bellezza e per i gustosi prodotti tipici non può essere governata da certa gente che pensa solo al suo tornaconto politico e proclama solo belle poesie . Il tempo delle poesie è scaduto , abbiamo bisogno di un governo responsabile che risani la sanità e riporti la Puglia agli antichi splendori. Passando poi alla questione “Università in provincia di Brindisi” solo alcune riflessioni. Sono stato uno studente della sede decentrata di Bari , sede sita in Brindisi nel rione “Casale”, una sede decentrata , è uno spreco di soldi, sarebbe più utile creare un Università a Brindisi magari in un polo situato al centro della Città, o magari una fondazione. Brindisi non è una città che si deve accontentare di sede decentrate, Brindisi è una città degna di una Università con la U maiuscola. Ma siamo sicuri che tutti sono concordi? In certi casi sono gli stessi insegnanti che mal digeriscono di insegnare a Brindisi. Sono gli stessi insegnanti che dichiarano le sedi di Brindisi magari di serie b rispetto a quella centrale di Bari. Non deve essere più cosi, ci si deve impegnare a portare corsi di laurea triennale a Brindisi ma anche corsi di laurea specialistica. Secondo voi cari amici è giusto che studenti che hanno studiato per la triennale a Brindisi devono poi spostarsi per la specialistica a Bari. Non è giusto cari amici! che senso ha portare solo  corsi triennali a Brindisi? Portare solo corsi triennali a Brindisi è solo un voler far vedere che ci si riesce a portare l’Università a Brindisi ma è soprattutto un voler farsi belli e bravi davanti agli occhi dei giovani e degli studenti. Un offerta formativa che presenta solo corsi di laurea triennale non è un offerta completa. è UN OFFERTA MONCA. MONCA! è quanto mai necessario allora che i vari enti che governano il territorio si spendano in una missione che porti un offerta formativa completa a Brindisi, altrimenti se a Brindisi resterà solo qualche corso triennale non ne varrà più la pena iscriversi alle sede decentrate su Brindisi, gli studenti ben ragionando ,se le sedi di   Brindisi  continueranno ad offrire  solo corsi triennali farebbero benissimo all’inizio del loro percorso universitario,  ad  iscriversi  direttamente a Bari o  a Lecce, cosi da conseguire un percorso completo  nella stessa città e senza spostamenti o trasferimenti dopo la conclusione del corso triennale.  Per cambiare la situazione della nostra regione sia riguardo la sanità e sia riguardo l’Università a Brindisi bisogna agire ma non solo agire ma AGIRE PROFONDAMENTE,  e magari battere i pugni sui tavoli che contano.

Annunci

From → POLITICA

2 commenti
  1. Andreola Guasconi Baistroccchi permalink

    ottimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: