Skip to content

SEMIPRESIDENZIALISMO, LEGGE ELETTORALE E PRIMARIE

31/07/2012

Di Romualdo Parisi
In questi giorni il PDL ha presentato in Senato la riforma del Semipresidenzialismo, una riforma che se verrà attuata permetterà ai cittadini di eleggere direttamente il Presidente della Repubblica .Questa del Semipresidenzialsimo sarebbe un ottima riforma. Abbiamo il dovere di tornare tra la gente, tornare nelle piazze, fare politica fra la gente. Con la nomina di Monti , nei fatti pratici è il Presidente Napolitano che sta governando l’Italia e che sta dettando le linea a Monti. Quindi è giustissimo cari amici dare voce ai cittadini e farlo eleggere da loro il Presidente della Repubblica. Secondo il mio parere sarebbe ancora meglio se ci fossero elezioni presidenziali come in America che è il cuore della democrazia, ma la riforma del Pdl è già un ottimo passo in avanti.

Per quanto riguarda la legge elettorale siamo proprio sicuri che sia giusto inserire le preferenze nella legge elettorale? In mio parere non sarebbe un ottima legge: con il ritorno alle preferenze potrebbe tornare in vita il fenomeno della compravendita di voti e inoltre solo i ricchi potrebbero candidarsi e pagarsi le spese della campagna elettorale. Un ottima legge sarebbe quella che inserisce le primarie per individuare i candidati da mettere nei listini. Non solo primarie per individuare i candidati sindaci o per il premier, ma sarebbe giusto anche indire primarie per il programma elettorale e primarie di partito per individuare i candidati voluti dalla gente da inserire nei listini. Con le primarie di programma la gente potrebbe indicare proposte a loro cari da inserire nel programma elettorale. Con l’avanzare dell’anti politica abbiamo bisogno di tornare tra la gente , nelle piazze, entrare nelle case delle persone, sentire le loro richieste e le loro esigenze ,far sentire al centro di un progetto politico tutti i cittadini e ognuno in particolare. Oggi più che mai è necessario aprire le porte delle sedi di partito, sedi aperte per ascoltare la gente! è necessario fare comizi in piazza per illustrare le nostre idee e per attirare gente nuova e nuovi iscritti. Dobbiamo avvicinare gente appassionata di politica e giovani con idee nuove. Tornare tra la gente sarà la linfa vitale per il nostro partito. Non abbiamo bisogno di poltrone , le nostre poltrone devono essere le piazze , le strade , i mercati. Chi potrebbe dare vitalità al nostro partito sarebbe la categoria GIOVANI, GIOVANI che fanno politica con passione. Siamo giovani perciò chiamati ancora una volta a essere pronti a scendere in campo chiiamati ancora una volta in gioco. Occorre perciò guardare avanti con ottimismo, perché solo agendo con ottimismo e senza mai scoraggiarsi potremo migliorare e rendere grande il movimento giovanile e il pdl stesso, a patto però di scegliere il rinnovamento come strada maestra.
Se vogliamo cambiare il PDL noi giovani possiamo davvero dare un forte contributo. Un avvertimento però: se i giovani non saranno in grado di cooperare e fare squadra, se avranno paura di schierarsi e di mettere in campo le loro idee il ricambio generazionale non potrà mai essere realizzato. Allora tocca proprio ai giovani riempire il partito con la freschezza di linguaggio e con l entusiasmo e la genuinità delle battaglie.

Annunci

From → POLITICA

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: