Skip to content

MANI PULITE O MANI ASSASSINE ??

20/07/2012

Di Giulia Delorenzi
La stagione di “Mani pulite”degli anni ’90 aveva visto protagonisti un pool di Magistrati della Procura della Repubblica di Milano, tra cui comparivano i nomi di Antonio di Pietro e Ilda Boccassini.
Cio`ha condotto ad uno smantellamento totale della Prima Repubblica, e ha condotto ad una nuova stagione : “la Seconda Repubblica”
Oggi, a distanza di piu`di vent’anni, assistiamo da parte degli stessi volti protagonisti di allora (Antonio Di Pietro e Ilda Boccassini) dello stesso identico tentativo di destrutturazione, ma questa volta ai danni di Silvio Berlusconi in primis e di Giorgio Napolitano in secundis.
Le inchieste giudiziarie condotte da Ilda Boccassini contro Silvio Berlusconi, si sono risolte in una bolla di sapone che l’ha vista dissolversi o con l’assoluzione completa del fatto o con la prescrizione – istituto giuridico che ha alla base la decadenza temporale dei termini previsti e che a mio avviso sottolineerebbe come le prove che i Magistrati tentavano di inventarsi contro il Cavaliere ,sono state a dir poco irreperibili.

Il richiamo alla mente e`al processo Mills e al Rubygate ,ove addirittura dopo lo smantellamento pubblico del teorema Boccassiniano da parte di Lafrate, Ilda Boccassini abbandona l’aula senza replica,macchiandosi a mio avviso di un onta`non smacchiabile per una stimata Principessa del Foro.
Tutto cio` non ha ancora visto la conclusione nonostante sia straa ampliamente dimostrata l’assurdita`delle tesi esposte.
Inutile andare ad analizzare i costi in termini economici e sociali che questo contesto ha avuto sul Paese.
Un Di Pietro che in Parlamento,piu`volte si e`scagliato contro Berlusconi,invocandone le dimissioni, quando in realta`il ruolo che ricopre lo pone in conflitto di interessi ,per la difesa che opera contro la Casta dei Magistrati – Casta che anche Angelino Alfano vuole riidmensionare istituendo “la responsabilita`civile dei Magistrati” locuzione giustissima,spesso invocata contro le ingiustizie che subiamo quotidianamente e che forse verra`finalmente posta in essere.
Per non parlare poi del recente conflitto costituzionale – attributivo ,scatenato da Ingroia contro il Quirinale sulle intercettazioni,che direttamente o indirettamente andrebbero a minare quel “dettato costituzionale”che fa da sostrato alla nostra forma di Governo e che viene chiarito nella formulazione della “immunita`parlamentare del Presidente della Repubblica” e del suo possibile stato di accusa SOLO per alto tradimento, dal Parlamento stesso.
Questo quadro ci pone nella condizione di pensare che la stagione di “Mani pulite”e`stata rivisitata con una nuova aggettivazione “Mani assassine”.

Annunci

From → ATTUALITA'

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: